INSONNIA: come prevenire o alleviare i disturbi del sonno. L‘insonnia è molto diffusa e spesso si sottovaluta il problema. Può derivare da attività fisiche serali, smodato uso di bevande alcoliche, cibi troppo pesanti e grassi,depressionelucimaterasso datato, preoccupazionirumori, eccessiva stanchezzastresstemperatura traumi.

Consigli e rimedi naturali utili e pratici per affrontare l’insonnia.

Cerchiamo di capire da cosa deriva la nostra insonnia per vedere se possiamo eliminare la causa scatenante che noi riteniamo essere. Spesso il desiderio di dormire diventa un ossessione ed il pensiero fisso ci impedisce  di addormentarci.

  • Un rimedio naturale che funziona spesso è il bagno caldo in cui è possibile diluire oli essenziali rilassanti alla lavanda  o alla camomilla, e concederci questo momento rilassante prima di andare a dormire.
  • C’è chi preferisce un automassaggio con gli oli essenziali rilassanti alla lavanda  o alla camomilla.

Evitare il caffè, il cioccolato ed i cibi ricchi di glutammato soprattutto di sera perché favoriscono il rilascio della tiramina che è un eccitante naturale.

  • Preferire i cibi ricchi di magnesio, che aiutano a regolare il ritmo sonno veglia, e di triptofano, che aiutano a stimolare la serotonina che regola il ciclo del sonno. È grazie all’azione delle vitamine del gruppo B, però, che l’aminoacido triptofano può trasformarsi efficacemente in serotonina.
  • Due o tre ore prima di andare a dormire è meglio una tazza di latte caldo o gli infusi caldi, come ad esempio le tisane alla melissa, alla valeriana o al tiglio. Il miele di arancia, di lavanda, di tiglio e di timo sono sedativi, utili in caso di insonnia.
  • Provare a bere una tazza di camomilla calda prima di andare a letto per usufruire dell’istantaneo effetto rilassante.

Un buon sonno è indispensabile per un sistema immunitario in salute e per evitare un calo di concentrazione e della memoria.

L’insonnia, inoltre, aumenta il rischio di contrarre il diabete di tipo 2 e le malattie del cuore.

  • Ci si può aiutare anche con l’alimentazione:

al riso integrale, al pesce, ai carciofi, agli spinaci, alla ricotta, alla frutta secca, alla banana, allo yogurt;

no ai cibi ricchi di zucchero ad elevato indice glicemico, che richiedono lunghi tempi per la digestione e lo smaltimento, ai carboidrati raffinati come i biscotti ed il pane bianco,  ai cibi affumicati, agli insaccati, al vino e agli alcolici che in un primo momento danno sonnolenza, poi procurano insonnia perchè il fegato è sottoposto ad un carico di lavoro eccessivo per la metabolizzazione.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia