L’indice glicemico (IG) indica l’effetto che i carboidrati contenuti nei cibi avrà sui livelli di glucosio nel sangue, cioè la capacità di alzare la glicemia (quantità di glucosio nel sangue).

Per le persone in sovrappeso o con il diabete è molto importante conoscere l’indice glicemico (IG) degli alimenti, per tenere la glicemia sotto controllo.

Gli alimenti si considerano a

  • basso IG quando IG è massimo 54;
  • moderato IG da 55 a 69;
  • alto IG quando è maggiore di 70.

Ricordiamoci sempre di consumare il 50% dei carboidrati come prodotti integrali. 

La velocità con cui il cibo viene assimilato cambia a seconda dell’alimento. Gli sbalzi glicemici rallentano il metabolismo creando sovrappeso e, soprattutto, sono dannosi per il pancreas.

Bisogna cercare di nutrirsi il più possibile con gli alimenti a basso IG perchè non provocano sbalzi glicemici e, quindi, la glicemia scende dopo circa 4 ore, e torna la fame dopo circa 4 ore.

Gli alimenti a moderato IG devono essere consumati con cautela perchè provocano sbalzi glicemici, la glicemia scende dopo circa 2 ore e torna la fame dopo circa 2 ore.

Bisognerebbe evitare il più possibile gli alimenti ad alto IG perchè provocano sbalzi glicemici, la glicemia scende dopo circa 1 ora e torna la fame dopo circa 1 ora.

Ecco allora un elenco indicativo dell’indice glicemico presente negli alimenti:

Alimenti a basso IG:

yogurt

latte magro

cereali integrali

pane integrale

pasta integrale

riso integrale

fagioli

lenticchie

ciliegie

fragole

kiwi

mele

pere

pesche

pompelmo

prugne

 

Alimenti a moderato IG:

pasta

barbabietole

carote

mais dolce

ananas

arance

banane

lamponi

nespole

pere

pompelmi

prugne

uva

 

Alimenti ad alto IG:

zucchero

miele

cornflakes

pane bianco

crackers

salatini

patate

succhi di frutta

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia