Marmellata di castagne: è una golosità apprezzata a colazione, a merenda , su una fetta biscottata o in una crostata. La preparazione è molto semplice ed è un buon metodo per poter gustare la frutta. Le castagne sono sazianti e ricche di amido, calcio, ferro, fibre, potassio, proteine, vitamine e zuccheri. Le castagne selvatiche sono piccole, mentre quelle coltivate sono più grandi e si chiamano marroni.

Porzioni: 4

Tempo di preparazione: 120 minuti

Tempo di riposo:

Tempo di cottura: 30 min.

Difficoltà: facile

Servire freddo

Procedimento e cottura:

Lavarsi bene le mani con acqua calda e sapone.
Usare preferibilmente i barattoli con tappo per sottovuoto invece che con guarnizione in gomma. Sia i tappi per sottovuoto che le guarnizioni in gomma vanno cambiate ad ogni invasamento.
I contenitori per gli invasamenti sono preferibili in vetro, per non cedere alle conserve né odori né sapori, possibilmente di medie dimensioni in modo tale che, una volta aperti, il contenuto possa essere consumato il più presto possibile, previa conservazione in frigorifero.

barattolo-vetro
Sterilizzare i barattoli ed i tappi, privandoli delle parti in gomma, in una capace pentola piena di acqua con qualche goccia di aceto o di limone, facendoli bollire per una decina di minuti. Riporli su dei canovacci puliti per farli asciugare completamente.
In una capace pentola far bollire l’acqua e lessare le castagne per 30′. Privarle della buccia e della pellicola interna.
Mescolare le castagne con il latte fino ad ottenere un impasto omogeneo.
In una pentola versare l’acqua, la bacca di vaniglia incisa nel senso della lunghezza e lo zucchero, e lasciare sobbollire per 5′ fino a che diventa di colore ambrato. Eliminare la bacca di vaniglia ed aggiungere il composto alle castagne mescolando lentamente con un mestolo di legno.

Far bollire a 100° per 20′ a fuoco medio senza coperchio, evitando di far cristallizzare lo zucchero con una cottura prolungata. Al contrario, una marmellata troppo liquida fermenta e ammuffisce.
La marmellata è cotta al punto giusto quando una sua goccia su di un piatto scivola lentamente sulla superficie, oppure, quando il cucchiaio nella marmellata, poi sollevato, fa convergere tutta la marmellata in un punto prima di cadere.
Apporre ad ogni barattolo un’etichetta con l’identificazione della data e del prodotto.
Invasare i barattoli con la conserva ottenuta ancora calda, chiuderli ermeticamente e capovolgerli su una superficie fredda lasciandoli fino al completo raffreddamento.
Conservare i barattoli riempiti in un luogo fresco, buio e ventilato per almeno 2 mesi.

Ingredienti e dosi

  • Castagne: 1 kg
  • Latte intero: 200 ml
  • Zucchero di canna: 300 g
  • Vaniglia: 1 bacca

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia