Panzerotti alle rape: derivano da un’antica tradizione popolare barese: nascono a Bari intorno al 1600, quando iniziò a diffondersi il pomodoro in Italia. Le massaie li preparavano con gli avanzi della massa del pane. Dei dischetti chiusi a mezzaluna all’interno dei quali mettevano pomodori e pezzi di formaggio: un piatto povero, che fungeva da cena per molte famiglie che non potevano permettersi pasti migliori. Piacciono proprio a tutti, grandi e piccini, sono il simbolo del cibo che unisce, della convivialità, dello stare insieme. Gli amici e i parenti si riuniscono, i bimbi corrono a tavola con l’acquolina in bocca, i nonni aspettano con impazienza i loro panzerotti dorati e fumanti. Con il tempo i baresi hanno imparato a riempire i panzerotti con diversi ingredienti, con gusto e fantasia.

Porzioni: 4

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di riposo: 2 ore

Tempo di cottura:
75 minuti

Difficoltà: media

Servire caldo

Consigli per la frittura

E’ consigliabile l’olio di semi di arachide perchè il suo sapore non prevale sul cibo che friggiamo.
La quantità di olio deve essere tale da ricoprire gli alimenti da friggere. Poco olio rende la frittura più unta.
La quantità di cibo da friggere di volta in volta non deve mai essere eccessiva e sovrapporsi per evitare che si attacchi e che raffreddi eccessivamente l’olio ritardando i tempi di cottura e rendendo più unta la frittura.
Devono formarsi tante bollicine attorno ai cibi in padella mentre friggono e, quando diminuiscono notevolmente, scolare la frittura.
Non salare mai prima che la carta assorba l’unto della frittura.
Non coprire mai la frittura prima di servirla per non compromettere la croccantezza.

Procedimento 

Lavarsi bene le mani con acqua calda e sapone.
Preparare la farina a fontana e al centro porre il lievito precedentemente sciolto nell’acqua tiepida, ed il sale.
Impastare tutto per ottenere una palla di consistenza simile al pane.
Lasciare riposare in una terrina avvolta con una copertina di lana per due ore.

Procedimento e cottura

Sbucciare l’aglio togliendo con un coltello tutta la pellicina esterna, partendo dalla radice.

Mondare le rape eliminando le foglie più larghe e i gambi.

In una capace pentola far bollire l’acqua e dopo salarla.

Intanto nella pentola d’acqua che bolle versare le cime di rape e continuare la cottura per 30′. Scolarle.
In una padella far imbiondire l’aglio con l’olio e aggiungere le rape. Coprire e lasciar cuocere per 5′. Mettere da parte.
Dividere l’impasto in 20 cerchi uguali di circa 10 cm.
Posizionare su ogni metà 2 cucchiai di rape. Richiudere la pasta su sé stessa formando una mezzaluna e sigillare bene i bordi.
Posizionare i panzerotti su una teglia unta di olio e lasciare riposare per 30′.

Cottura

Scaldare l’olio in una padella.
Friggere i panzerotti in olio bollente.
Quando i panzerotti saranno gonfi e dorati, scolarli e metterli ad asciugare su carta da frittura.
Adagiare i panzerotti su un piatto di portata e servirli molto caldi e leggermente cosparsi di sale.

Ingredienti e dosi:

  • Acqua tiepida: 200 gr
  • Lievito di birra: 1 panetto
  • Sale: 1 cucchiaino raso
  • Farina: 500 gr
  • Aglio: 1 spicchio
  • Olio extra vergine di oliva: 40 gr
  • Rape: 600 gr
  • Olio per friggere: 1 lt

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.