Pici con ragù di capriolo e salsiccia: sono un tipo di pasta tipico della Toscana, realizzata con i pici, che sono degli spaghettoni rustici piuttosto spessi. Gustoso e sostamzioso.

Porzioni: 4

Tempo di preparazione:

20 minuti

Tempo di riposo:
8 ore

Tempo di cottura:
60 minuti

Difficoltà: facile

Servire caldo

Procedimento

Lavarsi bene le mani con acqua calda e sapone.

Sbucciare la cipolla con un coltellino, eliminando le due estremità e lo strato più esterno, e sciacquarla con dell’acqua fresca. Tritare possibilmente con la mezzaluna.

Lavare la salvia ed il rosmarino, immergendoli nell’ acqua e scuotendoli.

Tagliare la carne di capriolo a dadini.

In una coppa di vetro o ceramica versare la carne, il vino, la cipolla, la carota ed il sedano, la salvia, il rosmarino ed i chiodi garofano. Lasciare riposare per 8 ore in frigorifero.

Filtrare tutti gli ingredienti con un colino a maglia media e dividere gli aromi dalla carne.

Tagliare a rondelle la salsiccia.

Cottura

In un tegame far rosolare la cipolla nel lardo e, quando è imbiondita, aggiungere il capriolo e la salsiccia.

Cuocere a fiamma bassa per circa un’ora ed aggiungere il vino quando necessario.

In una capace pentola far bollire l’acqua e dopo salarla.

Cuocere i pici e scolarli al dente. Mescolarli al sugo per farli insaporire qualche minuto.

Disporre in un piatto di portata e servire caldo.

Ingredienti e dosi

  • Carne di capriolo: 800 g
  • Salsiccia: 4 capi
  • Lardo: 120 g
  • Cipolla:1
  • Vino rosso: 300 ml
  • Chiodi di garofano: 3
  • Salvia: qualche foglia
  • Rosmarino: 1 rametto
  • Pici: 320 g
  • Sale e pepe: quanto basta

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloInvia